Tra colleghe

Cara renna addetta stampa di babbo natale,

mi rivolgo a te come una collega, per un confronto produttivo.  Innanzitutto una vera chicca: l’altro giorno, in uscita ufficiale con la capa suprema, tutta agghindata di nero vestita-scarpetta rossa natalizia-capello boccoloso-mascara-254+852 giornali in mano – borsa – documenti – aria seriosa ma disponibile al sorriso – incontriamo i capetti locali. Tutta una stretta di mano, pasticcini, tutti che mi spingono per conquistare la destra e la sinistra della capa (uno nella foga mi ha anche tolto una scarpa ma sorvoliamo), giornalisti che pongono domande sui massimi sistemi, giacche e cravatte che corrono alla ricerca di una promessa, la capa che mi chiama ogni tre secondi e pretende che io le faccia da scudo contro tutti quei cicisbei. Ecco, in questo quadretto familiare, io cammino fiera e a testa alta, pure troppo. Sì perché sono caduta in un tombino. proprio così. Esco da una porta, sorrido e..patatatann! Al tombino mancavano due grate, uno spazio relativamente piccolo, ma considerando il mio 36 di piede, il destro ha deciso di infilarsi proprio lì, generando in me un urlo fantozziano soffocato a stento. Fingo che tutto sia a posto, sorrido ancora e dopo tre metri perdo la carovana in visita. Devo fermarmi perché il piede mi fa un male porco. Stringo i denti, non guardo nemmeno il farabutto taglia 36 e zoppico alla ricerca della capa. Dopo tre ore tre di dolori torniamo all’ovile e in macchina, seduta dietro, faccio le contorsioni per togliermi le calze e finalmente sbircio: il collo del piede è verde (!!!), sanguina un pochino ed è gonfio. Niente di che, per carità, poteva andare peggio.  Ovviamente non dico nulla a nessuno ma non può non tornarmi in mente la prima uscita figosa con l’ex capo…su è giù sulle montagne in macchina, su e giù, su e giù…..fermi sul ciglio ad aspettare che la qui presente finisca di vomitare anche il pranzo della comunione.

Sono bei momenti da ricordare.

Rennina cara, anche tu devi affrontare quotidianamente una lotta con te stessa per evitare piacevoli figure come quelle di cui sopra? E babbo natale è comprensivo con te? Quando lo accompagni nelle visite ufficiali va sempre tutto liscio? Nessun problema?? Ma forse tu non indossi le ballerine rosse e perciò non ti si infilano i piedi dentro i tombini. E la slitta? non ti provoca nausea??? Urge un confronto. Sai dove trovarmi.

Annunci

~ di verdespirito su dicembre 19, 2007.

16 Risposte to “Tra colleghe”

  1. 🙂

  2. che ridere! 🙂

  3. Ehehehe! Queste cose succedono sempre nei momenti migliori!
    Ma il piede adesso come va, sta meglio?

    A mio avviso la renna di Babbo Natale ne ha di primizie da raccontare….

  4. come Eva contro Eva….Verdina mi hai fatto ridere di gusto!

  5. come sta la caviglia oggi?

  6. Troppo bella questa letterina alla rena. Peró quando ti risponde ci devi aggiornare…..

  7. la prossima volta stivali, sono più grossi…o le galosce, meglio ancora….

  8. non sta bene …pfff… ridere dell…pffff… delle disgrazie altruihhuahhhuahhuahhuah!
    Buone feste, signorina!

  9. Verdespiritatilla guarda che la renna se la ride che quella ci ha I GAMBALI CO GLI ZOCCOLI ella dice. Hai voluto fare la verdespiritatilla colle ballerine rosse? pragmatismo nordico!
    La prossima vorta doposcì.

  10. ciao belle amichette di pianerottolo! ordunque: punto primo, il mio piede, così come dice omino profumato, sembra un gorgonzola, mi auguro non per il profumo 😉 ma per il colore inquietante. Punto secondo, non si ride delle disgrazie altrui!!! capito cope??? capito laura??? capito eva???? capito eli????
    arianna prometto di aggiornarvi sulle missive che mi ariveranno dalla rennina.
    zaub: minchiuzza i doposci! e ma come puoi proprio tu consigliarmi quegli obrobri??? e l’etica della scarpa??? e l’abbinamento con calza-borsa-cappotto??? a certe cose non rinuncio, no no, a costo di caviglie slogate e piedi verdi!

  11. so che dovrei mettere cerottini verbali etc etc etc, ma ti volevo proprio dire che sono due giorno che passo davanti ad una vetrina a piazza fontana di trevi e ti vedo ‘ste scarpiòle che sono prooooprio proprio le TUE!!!!
    E penso…se fosse qui!! Dovrei toglierla dalla vetrina con il disincrostante, la Verduzzella!!!
    🙂
    sbaciùkki.

  12. giorni-I giooorn-I, plurale

  13. Auguri.
    Buon Natale e buone feste.

  14. devo dire che sulla questione dei doposci ti do atto che so teribbili.

    Ma allora magnate un po’ de calcio per rinforzare le giunture!

    Buon Natale:)))

  15. Buon Natale, sperando che la caviglia sia tornata alla normalitá. 🙂

  16. mi hai fatto ammazzare dalle risate!!!
    :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: